Medicina Generale


Vai ai contenuti

Menu principale:


Ritmo sinusale

ECG in Med. Gen.

Per definire un ritmo "sinusale" (e quindi normale), dev'essere presente l'onda P. Quest'onda, inoltre, deve precedere ogni complesso QRS, avere morfologia regolare, essere positiva in DI, DII, AVF e da V3 a V6, non superare i due millimetri e mezzo in altezza ed avere una durata inferiore a 0,12 secondi.


Torna all'indice ECG


Sotto, esempio di tracciato in cui il ritmo è sinusale (le onde P sono presenti e corrispondono ai requisiti richiesti).

Home Page | ECG in Med. Gen. | La visita medica | Uso del doppler | La diagnosi | La terapia | Laboratorio | Es. strumentali | Problemi vari | Storia | Link siti amici | Note sull'Autore | XXXXXX | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu